10 Tips da Ricordare Se Vivi con un Cane

10 Tips da Ricordare Se Vivi con un Cane

Marina Garfagnoli esperta cinofila, ci scrive le 10 Tips da ricordare se vivi con un cane. Buoni consigli da tenere a mente per prendersi cura del proprio amico peloso.

10 Tips Se Vivi con un Cane

  1. Dimentichiamo troppo spesso di dire ai cani quanto sono bravi ad affrontare il mondo umano. Dovremmo ricordare sempre di dirgli quanto siamo orgogliosi del loro modo coraggioso e solare di essere CANI.
  2. Olfatto e masticazione sono due elementi importanti della vita naturale dei Cani. Per star bene, un cane ha bisogno di seguire il suo naso ed usare i suoi denti. Come fortunati esseri umani, compagni di vita dei cani, dobbiamo costruire esperienze che permettano ai nostri cani di fare l’una e l’altra cosa.

  3. Non solo il tartufo guida i nostri cani. Spesso possiamo vederli leccare molecole odorose dal terreno. Nella parte mediana del palato esiste un organo (di Jacobson o Vomeronasale) atto alla percezione di componenti feromonali che danno ai nostri cani informazioni fondamentali sui conspecifici. È importantissimo lasciare ai cani l’opportunità di esprimersi secondo natura, per la loro serenità e socialità.
  4. Lo scodinzolio del cane non è sempre e soltanto espressione di stati emotivi positivi. Esso esprime eccitazione e l’eccitazione è presente nella gioia, in predazione, nella paura. I cani esprimono emozioni con tutti il loro corpo e con la straordinaria espressività del loro viso. Ogni emozione deve essere posta ed analizzata in un contesto. 

     

  5. L’appagamento è ben visibile nelle espressioni facciali dei cani. Rotolarsi sul terreno, su una carcassa, su un giocattolo, su una traccia, sullo snack ricevuto dal proprietario può essere una marcatura, ma porta con sé piacevolezza e realizzazione. Non perdetevi l’espressione compiaciuta del vostro cane quando esibisce tale comportamento!
  6. I cani marcano le superfici, gli oggetti, gli altri individui. Non soltanto, e per fortuna, con urine e feci, ma con tutto il loro corpo, con le ghiandole che vi si trovano, dal muso alla coda. Se il vostro cane vi “accarezza” delicatamente con il suo corpo, potrebbe essere una complice ed affiliativa condivisione degli odori personali. Potrebbe essere il sintomo di un riconoscimento di gruppo che significa “famiglia”.
  7. I cani marcano l’acqua. Lo fanno con il muso e con le zampe. Nell’acqua percepiscono odori. Ed essa rappresenta non solo una risorsa fondamentale, ma anche un elemento di benessere e rilassamento molto importante.
  8. Il riposo è fondamentale. Le attività olfattive in ambiente naturale producono quella benefica e salutare possibilità di appagamento che sta alla base di un riposo di qualità straordinaria, utile a far sì che la serenità aumenti.
  9. Nel gioco non è tanto importante vincere, ottenere un riporto, o un lascia perfetto. Quel che rende straordinario il giocare con un cane sono la condivisione ed il divertimento, per entrambe le parti coinvolte, senza conflittualità ed imposizioni.
  10. La serenità viene prima dell’ “educazione”. Essa è la BASE dell’ “educazione”. La seconda non può e non deve prescindere dalla prima. Impegnatevi a rendere un cane sereno, prima di pretendere un cane “educato”. Scegliete chi pensi prima al benessere di tutti, che all’educazione del vostro cane. 

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *