Perché il cane e il gatto cambiano il pelo ma… non il vizio di leccarsi?

Perché il cane e il gatto cambiano il pelo ma… non il vizio di leccarsi?

I periodi di muta riguardano tutti gli animali, ma noi proprietari ci ritroviamo spesso a fare i conti con quella degli animali domestici. La loro presenza in casa comporta qualche inconveniente, come la perdita del pelo.

Come mai il cane e il gatto cambiano il pelo?

I peli non sono perenni, ma seguono un ciclo di vita, che termina con la loro caduta.

Il fattore principale che ne determina l’inizio è il fotoperiodo, cioè la durata delle ore di luce rispetto a quelle di buio. In primavera l’allungamento delle giornate ne scatena quindi l’inizio, motivo per il quale un animale che vive all’esterno subirà una muta più regolare e breve rispetto a un animale che vive in appartamento. In questo ultimo caso, infatti, la muta dura praticamente durante tutto l’arco dell’anno, con due periodi in cui il fenomeno è più molto più accentuato.

C’è da dire anche che in primavera si assiste a una muta completa, mentre in autunno la muta è parziale. In autunno, infatti, il fotoperiodo breve con un calo delle temperature stimola l’organismo a rinfoltire il mantello.

Il cambio del pelo del Cane

er quanto riguarda il cane, occorre spazzolarlo almeno una volta al giorno se è a pelo lungo; ogni due giorni se è a pelo corto; una o due volte a settimana se è a pelo raso. Per i mantelli lunghi le spazzolature quotidiane sono necessarie.

La spazzolatura va eseguita nella direzione di crescita del pelo con una spazzola che permetta di sciogliere i nodi ed eliminare il sottopelo in modo delicato, senza far male al cane.

Il cambio del pelo del Gatto

Nei gatti a pelo corto solitamente è sufficiente una spazzolatura a settimana. Prima di iniziare potete massaggiare il pelo con uno speciale guanto dotato di punte procedendo in senso opposto a quello del pelo. In questo modo potete rimuovere i peli morti e stimolare l’irrorazione sanguigna della pelle.

Nei gatti a pelo medio-lungo o lungo è necessario effettuare la spazzolatura ogni giorno per alcuni minuti per evitare che il pelo diventi colloso o si infeltrisca. È consigliabile utilizzare un pettine di metallo a denti grossi e pettinare prima seguendo il senso del pelo e poi quello opposto.

Se trovate dei piccoli nodi, scioglieteli cautamente con le dita, specialmente dietro le orecchie e sul capo, dove il gatto non riesce ad arrivare con la lingua.

Prova Groomy il nostro guanto per Animali a 5 Dita! Imita il tocco della mano per un massaggio rilassante, facilitando lo spazzolamento e rendendo piacevole la pulizia anche per gli animali più irrequieti.

Il cane e il gatto cambiano il pelo: come aiutarli

1. Spazzolare il mantello

2. Utlizzare gli shampoo adatti

3. Utilizzare degli intergratori alimentari in concomitanza con una buona dieta

Tutti i prodotti CURA e IGIENE per CANE

Tutti i prodotti CURA e IGIENE per GATTO

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


has been added to your cart:
Check-out